Amarcord: Greco (Explorer) EX 800 H

Una delle chitarre più belle che ho avuto è questa Greco EX 800 H, tipo Explorer, strumento made in Japan del 1980.

Appassionato da sempre dello stile Explorer, ed affascinato in particolare dalle versioni USA della Hamer, che però si trovano solo a prezzi astronomici, ho cercato un’alternativa più economica ma di qualità per diversi mesi, prima di trovare questa bellezza su Ebay presso un noto “mercante” di strumenti nipponici.

Per circa 550€ (una decina di anni fa – i prezzi delle chitarre made in Japan non erano ancora lievitati) mi sono ritrovato alla porta questo splendido esemplare di liuteria giapponese.

Pesante il giusto e ben bilanciata, bei legni e ottima lavorazione, segnatasti in madreperla, fret edge binding… Insomma, la classica qualità che ci si può aspettare dalla produzione di quel periodo del Sol Levante.

Un manico a C che la gibson chiamerebbe “slim 60s” e una coppia di pickup Maxon U-2000 completano il quadro di una chitarra perfetta per il rock, ma che – andando oltre il lato estetico – si presta tranquillamente ai più diversi ambiti, grazie ad un suono morbido e pastoso, forse a tratti solo fin troppo scuro e indefinito.

Con questa chitarra avevo un legame particolare, non solo perchè si trattava di un modello che avevo fortemente voluto e ricercato, e per la sua bellezza esteriore, ma anche perchè prodotta nel mio anno di nascita… Lo so, lo so, può suonare come una fesseria, ma che ci volete fare, queste piccole cose mi fanno piacere.

Quindi perchè l’ho data via?

Probabilmente perchè, nonostante mi piacesse e molto, non si tratta di uno di quegli strumenti che mi ha “fulminato”… Insomma, molto buono ma non eccezionale: niente che non va ma neanche niente che mi facesse dire “questa sì!” 😉

Ricordo che i difetti maggiori dal mio punto di vista erano proprio il suono fin troppo scuro ed impastato, e, essendo la mia prima “Explorer”, la comodità da in piedi (non mi ci sono mai trovato del tutto)… Oltre ovviamente alla possibilità di guadagnarci qualcosa (nel caso specifico circa 150€) nel rivenderla per soddisfare la mia voglia/curiosità di nuovi oggetti del desiderio.

… Il nome della mia malattia? GAS ¹ !

Alla prossima !

¹ Gear Acquisition Syndrome – un termine gergale anglosassone usato soprattutto da chitarristi e fotografi che indica una sorta di sindrome da acquisto compulsivo volta a far desiderare l’acquisto di attrezzature (gear) relative alla propria professione/hobby. (Wikipedia)

Commenta